placeholder
header

home | Archive | analysis | videos | data | weblog

placeholder
news in other languages:
placeholder
Editorials in English
fr
Editorials in Spanish
esp
Editorials in Italian
ita
Editorials in German
de

placeholder

TREMAGLIA PROMETTE AIUTO AL VENEZUELA

di Vincenzo R. Spagnolo

TREMAGLIA PROMETTE: HO CONVOCATO PER FINE FEBBRAIO LA RIUNIONE DEI RESPONSABILI DELLE REGIONI PER GLI INTERVENTI PIU' IMMEDIATI.

"Da quanto ho appreso negli ultimi giorni, credo che la situazione di molti italiani in Venezuela e' effettivamente grave. Al pari di quanto avvenuto a suo tempo per l'Argentina, ritengo che si debba agire senza indugi, per fornire aiuto a chi ne ha immediata necessita'". Cosi' il ministro per gli italiani nel mondo, Mirko Tremaglia (AN), annuncia ad Avvenire di aver preso decisioni concrete per venire incontro alle necessita' manifestate da un gran numero di cittadini italiani residenti in Venezuela, colpiti duramente dalla crisi politica, economica e sociale che da tre anni attanaglia il Paese. "Nei mesi scorsi - spiega il ministro - mi ero gia' battuto per far varare, insieme con i ministri del Wellfare e dell'Economia, un decreto che consenta gli italiani nel mondo in situazione di indigenza che avranno compiuto 70 anni o 65 anni nel caso degli invalidi, di chiedere, anche in mancanza di dieci anni di versamenti, che la loro pensione venga innalzata fino a raggiungere un potere d'acquisto equivalente a quello conseguibile in Italia con 516,46 euro mensili. Ma da cio' che hanno segnalato le associazioni di italo-venezuelani attraverso Avvenire, mi sembra che la situazione di alcuni nostri connazionali in quel paese sia piu' urgente e che il tempo per le pratiche pensionistiche, almeno nell'imminenza, non ci sia. per cui, bisognera' procedere diversamente".

In che modo prevede dunque di procedere nell'immediato, signor ministro?

Attraverso due linee di azione, una attivabile in situ e l'altra che sara' avviata dall'Italia. Riguardo alla prima, mi faro' fornire dalle associazioni locali di volontariato intervistate da Avvenire l'elenco dei casi piu' gravi, con nominativi e schede personali. parallelamente, chiedero' di far individuare le situazioni piu' urgenti fra quelle segnalate presso l'ufficio Assistenza sociale del Consolato italiano a Caracas. Infine sollecitero' i rappresentanti consolari affinche' prcedano in loco, caso per caso, all'assistenza diretta sotto forma di sussidi economici, compatibilmente con quanto previsto dalle disposizioni in materia.

Lei accennava pero' anche ad una macchina per gli aiuti che potrebbe mettersi in moto dall'Italia. Puo' spiegarci in dettaglio cosa avverra'?

Posso far cenno solo ai primi passi, che ho gia' intrappreso personalmente. Lei sa che, istituzionalmente, e' attiva presso il mio ministero un'unita' di coordinamento delle Regioni italiane per la solidarieta' in casi del genere. Pertanto, ho convocato per fine febbraio una riunione ad hoc di tale organismo, in cui si discutera' unicamente della condizione degli italiani in Venezuela. nel corso della riunione, chiedero' ai singoli rappresentanti di attivare, regione per Regione, i dovuti meccanismi per fornire sostegno concreto.

Puo' dirci di che aiuto si trattera'? E con che tempo potrebbero essere inoltrati agli italiani in Venezuela?

Al momento posso dirle che mi impegnero' a far raccogliere e far spedire, entro i primi dieci giorni di marzo, pacchi di medicinali salvavita, per chi versa in condizioni critiche di salute. Inoltre, chiedero' ai rappresentanti di ciascuna Regione di sollecitare lo stanziamento di sovvenzioni in denaro, per inviare un aiuto economico a coloro che attraversano un periodo di grave indigenza. Sono solo i primi passi, lo so bene, ma che reputo necessari. E ai quali auspico che presto possano seguirne altri delle nostre isituzioni.



send this article to a friend >>
placeholder
Loading


Keep Vcrisis Online






top | printer friendly version | contact the webmaster J.B. | disclaimer
placeholder
placeholder