placeholder
header

home | Archive | analysis | videos | data | weblog

placeholder
news in other languages:
placeholder
Editorials in English
fr
Editorials in Spanish
esp
Editorials in Italian
ita
Editorials in German
de

placeholder

Il Senato di Colombia chiede l’applicazione della Carta Democratica dell’OSA al Venezuela

Communiqué

IL SENATO DELLA REPÚBBLICA DI COLOMBIA

Tenendo conto che:

1- che la Societa' Venezuelana, secondo l'articolo 72 della Costituzione della Repubblica Bolivariana del Venezuela, promuove attraverso mezzi pacifici ed elettorali la convocazione ed un referendum che revochi o rettifichi Hugo Chavez alla presidenza del suo paese

2- che dovuto alla profonda crisi economica, sociale, istituzionale e politica che sta attraversando il Venezuela, la comunita’ internazionale con l’appoggio dell’OSA, il Centro Carter, il PNUD ed il gruppo di Paesi Amici, ha collaborato per trovare una soluzione pacifica, democratica, elettorale e costituzionale al conflitto.

3- che le reiterate azioni del regime che capeggia Hugo Chavez Frias, sta ostacolando sin da un inizio il processo del referendum, mettendo ogni tipo di ostacolo che vanno dall’ingerenza diretta nella nomina di rettori parziali a suo favore nel massimo organismo elettorale, il cambio delle regole in maniera inconsulta e posteriore all’atto iniziale di raccolta delle firme annullando il risultato ottenuto nella giornata per la quale si dovrebbe convocare il referendum revocatorio, fino all’intervento antigiuridico e parziale a favore degli interessi del governo, della Sala Costituzionale del Tribunale Supremo di Giustizia.

4- che madiante l’azione degli organismi di controllo, tali come la Fiscalia Generale della Nazione, la Defensoria del Pueblo, la Direccion de Impuestos, i membri del governo nell’Assemblea Legislativa e parte delle Forze Armate, controllati politicamente dal governo, si minaccia e perseguita l’opposizione ed i mezzi di comunicazione, violando i principi basilari della democrazia, lo stato di diritto ed i Diritti Umani (come gia’ e’ stato denunciato da diverse organizzazioni nazionali ed internazionali) nel suo affanno per evitare in qualsiasi modo il referendum revocatorio presidenziale.

5- che fino ad oggi le azioni del regime di Chavez sono riuscite ad evitare la convocazione al referendum revocatorio presidenziale nonostante si siano rispettati i requisiti costituzionali e legali per la sua celebrazione, contraddicendo la volonta’ della maggior parte dei venezuelani espressa nelle urne.

6- che la presenza e gli sforzi degli organismi internazionali e dei paesi amici per trovare una soluzione al conflitto sono progressivamente ignorati e squalificati dai piu’ alti portavoce del regime, cominciando dallo stesso presidente Chavez.

7- che la chiara ed immediata conseguenza di questo comportamento equivale ad un colpo di stato nel non rispettare la Costituzione ed i diritti democratici dei cittadini collocando il presidente Chavez in una dittatura di fatto, dove, nonostante sia stato eletto democraticamente non conta con la legittimita’ derivata dall’esercizio del suo incarico.

8- che con tutto l’anteriormente detto si chiude una soluzione democratica e costituzionale con la quale lo stesso governo si e’ compromesso il 29 maggio del 2003 nel Tavolo dei Negoziati ed Accordi.

DICHIARA:

- Tenendo conto che la Societa’ Venezuelana ha compiuto con i requisiti costituzionali e legali per realizzare il referendum revocatorio presidenziale, si esige la sua immediata convocazione.

- Si chiede a tutti i partiti politici della Colombia, America e del Mondo che appoggino la democrazia venezuelana nei suoi legittimi diritti in difesa della sua integrita’ di fronte agli attacchi del regime di Hugo Chavez.

- Incoraggiare i governi e le istituzioni democratiche delle Americhe , in primo luogo, e del Mondo in generale perche’ appoggino il popolo venezuelano in questo momento critico della sua vita in democrazia.

- Di fronte al non rispetto evidente del regime di Hugo Chavez ai principi e regole che governano la democrazia ed i diritti umani, chiediamo l’applicazione della Carta Democratica dell’OSA, evitando con questo che si istauri definitivamente una dittatura e le conseguenze imprevedibili che da questo deriverebbe per questo paese fratello e per il continente.



send this article to a friend >>
placeholder
Loading


Keep Vcrisis Online






top | printer friendly version | contact the webmaster J.B. | disclaimer
placeholder
placeholder