placeholder
header

home | Archive | analysis | videos | data | weblog

placeholder
news in other languages:
placeholder
Editorials in English
fr
Editorials in Spanish
esp
Editorials in Italian
ita
Editorials in German
de

placeholder

Salamanca, cosí é se vi pare

Di Maria Luz FdC

Caracas 15 Ottobre 2005 | "Cosí é se vi pare " Una definizione pirandelliana sulla concezione dell'assurdo. Una frase non poteva descrivere con maggior precisione la vacuitá delle riunioni internazionali soprattutto quando ciascuno dei partecipanti le utilizza o pensa utilizzarle come circo personale.

Peró a differenza di uno spettacolo circense che si rispetti nel quale tutto segue un ordine ben esatto Salamanca come del resto tutte le riunioni dei capi di stato assomigliano alle coperte di ritagli multicolori, senza disegno, senza senso e che finiscono nelle cantine come tutti i ricordi inutili. Molte sono state le dichiarazioni fatte prima e durante la riunione per certo ancora in corso ma senza alcun dubbio le frasi di entrata con le quali ognuno dei partecipanti cerca di impressionare i media internazionali saranno quelle che ricorderemo.

Per esempio la dichiarazione del Segretario generale della Organizzazione degli Stati Americani Signor J.M. Insulsa é di per se un gioiello di insipidezza e la dimostrazione della assoluta ignoranza della organizzazione che rappresenta sulla realtá venezuelana. "Venezuela e il suo governo non rappresentano nessuna preoccupazione né per la organizzazione né per il continente " Nulla di piú vero Signor Insulsa, in effetti perché preoccuparsi di cose assolutamente microscopiche come gli assassinati poltici, i torturati, i prigionieri per delitto di opinione, le centinaia di feriti durante le marce della opposizione democratica, le restrizioni alla libertá di espressione, le invasioni, gli espropri forzati e la militarizzazione di tutti gli oragoni pubblici. Ho dimenticato qualcosa?

Si, forse la considerazione che una frase come questa é stata ripetuta altre volte nella storia universale, per esempio chi non ricorda la dichiarazione del ministro degli esteri britannico il nome del quale é piú opportuno dimenticare al suo ritorno dopo un cooloqui con il Adolf Hitler? " Non c´é da preoccuparsi, il signor Hitler é in buona fede e siamo giunti ad un accordo di gentiluomini " O quando giunse al potere il buon padre della patria Joseph Stalin, " Finalmente qualcuno che ama il popolo " frase detta e ripetuta da tutti i comunisti del mondo esclusi ovviamente i milioni mandati a trucidare in Siberia dallo stesso buon padre.

Una frase poco felice Signor Insulsa peró sicuramente non sará lei che ne pagherá le conseguenze e per i venezuelani, bah..........povera gente.

Una perla importante non poteva mancare dalla collezione del presidente Hugo Chavez quando in un momento di estasi religioso, forse dovuto alla presenza in terra iberica lancia il suo Socialismo Cristiano ????????. " Cristo lo ha assassinato l'impero " riferendosi evidentemente all' impero di G.W.Bush, unico e acerrimo nemico dei poveri del mondo " Lo ha ucciso perché era il primo e vero rivoluzionario " . Frasi fritte e rifritte che sono chiaramente causate da uno sdoppiamento delle personalitá: Io sono Cristo, l'impero o meglio la CIA cerca di uccidermi perché io sono il vero spirito della rivoluzione.

A questo punto mi chiedo se Fidel, aperto dittatore e assassino non avrá sorriso sotto la sua oramai rada barba alla " Butade " del suo fedele scudiero. Pagliacci si ma non troppo, prego non offendiamo la intelligenza.

Comunque sia il presidente venezuelano inizia il suo percorso per la vecchia europa montato su due cavalli vincenti, il primo che in pochi mesi ha ridotto la povertá della nazione di un 15 %, un colpo di spugna e voliá...........il gioco é fatto, spariti milioni di poveri. Il secondo ancor piú incredibile é riuscito a ridurre in mesi la disoccupazione di 6 punti portandola al 11 % e con previsioni di abbassare la tassa di disoccupazione sino a giungere al 8 % a fine d'anno.

Un vero miracolo numerico che rasenta l'incredibile. Quale capo di stato puó permettersi il raggiungere tali obbiettivi in cosí poco tempo?

Semplice, il regime rivoluzionario ha preso possesso dell'istituto centrale di statistica e ha rivoluzionato il metodo che define la povertá e la disoccupazione. Due piú due forse fá quattro forse no, dipende degli interessi in gioco o del piacere di pavoneggiarsi nelle riunioni internazionali.



send this article to a friend >>
placeholder
Loading


Keep Vcrisis Online






top | printer friendly version | contact the webmaster J.B. | disclaimer
placeholder
placeholder